Recensione: “L’uomo con i pugni di ferro”

49116Azione, ironia e kung-fu: finalmente disponibile in home video.

A partire dall’11 settembre la Universal Pictures ha distribuito la versione home video de L’uomo con pugni di ferro, film presentato da Quentin Tarantino, co-sceneggiato da Eli Roth e diretto dal debuttante RZA. Un omaggio ai film di kung-fu, ai manga e soprattutto a Kill Bill.

Per chi non lo conoscesse RZA è un rapper americano di fama mondiale noto, tra l’altro, per aver composto la colonna sonora di Kill Bill. Proprio durante le riprese di quest’ultimo, il musicista è stato ospite per un mese di Quentin Tarantino e, vedendo il maestro in azione, ha avuto l’ispirazione per un film di kung-fu. È nato così il soggetto de L’uomo con i pugni di ferro, che dopo una lunga gestazione e grazie all’aiuto di Eli Roth (questa volta in veste di co-sceneggiatore e produttore) è arrivato lo scorso anno nelle sale cinematografiche di tutto il mondo.

LUomo-con-i-Pugni-di-Ferro-Russell-CroweA Jungle Village, una piccola cittadina feudale dell’antica Cina, un pacifico fabbro è costretto a fabbricare armi per i predoni che controllano la zona, cercando di mettere insieme i soldi necessari per liberare la sua amata dal bordello in cui lavora. Quando arriva in città il famoso mercenario inglese Knife, inizia la più grande guerra tra clan a cui uomo abbia mai assistito.

L’uomo con i pugni di ferro è un film divertente che mescola la spettacolarità delle arti marziali, con una caratterizzazione dei personaggi tipica dei fumetti manga, in un mix di risate e azione che strizza l’occhio al cinema tarantiniano. La regia di RZA offre numerosi spunti di qualità e non si vergogna di dichiarare esplicitamente la sua devozione verso Kill Bill. Nonostante l’apparente poca originalità, comunque, il regista dimostra di sapere usare la macchina da presa e regala allo spettatore inquadrature audaci e piani sequenza complessi, insoliti per un debuttante assoluto come è in effetti il rapper americano.

La qualità del film è inoltre garantita da dalla presenza di Russel Crowe, trascinante e carismatico come sempre, e da quella di Lucy Liu, che sembra trovarsi molto a suo agio con pugnali e ventagli affilati. Menzione d’onore per David Bautista, che lasciato il ring della World Wrestling Entertainment si sta ritagliando una carriera da big man dei set cinematografici.

download (1)La versione blu-ray de L’uomo con i pugni di ferro è caratterizzata un’ottima definizione video e da una altrettanto buona qualità audio, soprattutto per quanto concerne la lingua originale (disponibile in DTS-HD MASTER AUDIO 5.1). Il menù dei contenuti extra è arricchito dalla doppia versione del film (quella cinematografica e quella estesa) e da una serie di documentari girati durante le riprese. Un prodotto di qualità per un film che tutti gli appassionati adoreranno.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook