Defiance, la nuova serie western-stellare

È tutto connesso.

In genere, ma anche, in particolare, la serie televisiva Defiance, che comincia oggi 15 aprile sul canale via cavo Syfy, e l’omonimo videogioco ad essa collegato, che condivide lo stesso universo narrativo e la cui trama è direttamente intrecciata a quella della fiction televisiva.

Defiance racconta che cosa succede su un pianeta Terra completamente trasformato, in un futuro in cui umani ed alieni, sopravvissuti ad una guerra universale, convivono per costruire una nuova società.

La crossmedialità col videogioco denuncia una promozione avvertita: Defiance è dunque anche un gioco per PlayStation 3 di genere action, online, “sparatutto” sviluppato da Trion Worlds e distribuito da Namco Bandai Partners.

Sono tredici episodi di una storia che vuole dichiaratamente mischiare i generi: potrebbe essere definita, infatti, un western con gli alieni. Abbastanza da intrigare, comunque, anche grazie a una serie di attori che sono volti noti per molti. Julie Benz, attrice whedoniana che ha dato anche ottima prova di sé in Dexter, interpreta qui Amanda Rosewater, il sindaco della cittadina, che ha il suo daffare a mantenere d’accordo gli alieni e gli umani che, dichiarato il cessate il fuoco, si focalizzano sulla reciproca sopravvivenza. Lo stile ricorda un po’ Firefly, di Joss Whedon, incrociato con gli affollati bar multirazziali di Guerre stellari.

Il protagonista Jeb Nolan, interpretato da Grant Bowler, è un ex marine che ha combattuto nella guerra contro gli alieni; ora riveste il ruolo di “custode della legge” nella comunità di Defiance, sorta sui resti della sua città natale, Saint Louis.

Fionnula Flanagan, attrice irlandese dal notevole pedigree e indimenticata zia Molly in Alla conquista del West (per chi se lo ricorda), interpreta Nicky, l’ex sindaco di Defiance e mentore di Amanda Rosewater.

Graham Greene invece, l’indimenticabile Uccello scalciante di Balla coi lupi, interpreta Rafe McCawley, proprietario della più grande miniera del territorio.

Altri attori già visti in giro potremo riconoscere in questa serie, che si preannuncia come una chicca. Il tema della convivenza pacifica nella diversità è certamente scottante e offre la possibilità di trame e intrecci interessanti; staremo a vedere se, oltre le sparatorie più o meno western, ci sarà altro da vedere. Se tutto va bene – poiché non si può mai sapere – auguriamoci di poterla vedere anche in chiaro.

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook