Cloud Atlas: le novità

Cloud Atlas: un film che porta con sé molte sfide e contraddizioni, ma vuole essere grande.

La babelica trasposizione cinematografica del romanzo dell’inglese David Mitchell, di cui si è cominciato a parlare anche QUI su UF sin da settembre 2011, è stata proiettata negli States a ottobre e uscirà nelle sale italiane il 10 gennaio.

Potrebbe essere il film dell’anno, ha le carte per esserlo, da quel che ci comunicano i dati,  cioè i 100 milioni di dollari che si sono spesi per realizzarlo, la presenza di Tom Hanks, di Halle Berry, la regia di quei fratelli Wachowski che hanno firmato la trilogia di Matrix e del regista tedesco Tom Tykwer (Lola corre, 1998). Abbiamo detto “potrebbe” però. Infatti, è uno di quei “capolavori” contraddittori che diventano calamite per critiche più o meno superficiali e per elogi pensosi.

Nel frattempo le notizie ci dicono che la sua uscita negli Usa, nella prima settimana, ha portato nelle casse delle case di produzione tedesche che l’hanno voluto (A Company, X Filme e Filmstiftung NRW) 9,4 milioni di dollari, pochi in assoluto, ma non così pochi rispetto ad altri film; anzi, è il terzo film fra i primi dieci, dopo Argo e Hotel Transylvania. La Russia ha dato maggiori soddisfazioni.

Sarà interessante vedere che cosa avverrà in Europa, dove notoriamente le aspettative e le tendenze sono sempre un po’ diverse. Le critiche di oltreoceano sono estremamente variate, ma tutte sembrano concordi nell’uso della parola “troppo”.

Di sicuro Cloud Atlas è “tanto”: sei storie che si intrecciano, un arco temporale che va dal 19° secolo fino ad un ipotetico futuro post apocalittico, effetti speciali trascinanti, una colonna sonora che ha avuto la nomination per i Golden Globe del 2013, temi caldi e molto importanti che non si lasciano trascurare per le apparenze del kolossal.

Alcuni spettatori l’hanno trovato “frastornante”, molti l’hanno amato, nessuno è rimasto indifferente. Cosa ci vuole di più per desiderare di andare al cinema? Si tratta di aspettare il 10 gennaio, ma nel frattempo la Eagle Pictures ha rilasciato una featurette sottolineata in italiano, potete vederla QUI, dove traspare l’entusiasmo e la coscienza di attori, registi e produttori di aver partecipato a qualcosa di davvero grande e innovativo. QUI invece ve ne suggeriamo una in cui l’autore David Mitchell, gli sceneggiatori e, ancora, gli attori raccontano l’avventura straordinaria di un libro che diventa qualcosa di davvero molto diverso attraverso la magia dell’arte cinematografica.

“Un’epica storia del genere umano nella quale le azioni e le conseguenze delle nostre vite si intrecciano attraverso il passato, il presente e il futuro come una sola anima è trasformata da un assassino in un salvatore e un unico atto di gentilezza si insinua nei secoli sino ad ispirare una rivoluzione”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook