La graphic novel de Il giro del mondo in 80 giorni

Dopo cartoon e film al cinema, il romanzo di Jules Verne, Il giro del mondo in 80 giorni, diventa graphic novel.

Svariati film e persino cartoni animati. Il bellissimo e suggestivo romanzo di Jules Verne, Il giro del mondo in 80 giorni, ha ispirato infinite trasposizioni.

La più famosa risale  al 1956  col film omonimo interpretato da David Niven, Cantinflas e Shirley MacLaine. Pellicola entrata nella storia del cinema anche per la varietà di mezzi di locomozione utilizzati, in primis la mongolfiera, che da allora è diventata il simbolo stesso del romanzo, seppur non essendo presente, paradossalmente, nella storia originale.

Nel 1987 uscì, invece, una versione animata dove tutti i personaggi sono animali; leone e gatti in particolare. Una versione davvero riuscita, che è rimasta nella memoria di tutti i bambini dell’epoca (compresa la sottoscritta). Nel 2004 c’è stata, poi, la non riuscitissima versione della Disney, dove Fogg è un inventore dal talento incompreso e interpretato da Jackie Chan.

Ultima e curiosa versione del romanzo è la grafhic novel realizzata a quattro mani dai francesi Loïc Dauvillier e Aude Soleilhac e già disponibile nelle librerie. Cosa regalare a Natale? Soprattutto ai più piccoli? Ecco, questa potrebbe essere un’idea valida: qualcosa che possa avvicinarli alla lettura e fargli scoprire un classico della letteratura.

Gli autori

Loïc Dauvillier (Cambrai, 1971) è uno sceneggiatore francese. Scrittore, editor (edizioni Charrette) e scenografo, inizia a fare fumetti nel 2004 con i primi tre volumi della serie per bambini La Petite famille (Tournon Carabas). Da allora, esplora tutte le possibilità offerte dal linguaggio del fumetto, tra storie intimiste e adattamenti letterari come il classico di Verne Le tour du monde en 80 jours, con i disegni di Aude Soleilhac, (Delcourt, 2010), e l’Oliver Twist di Dickens (Delcourt, 2010).

Aude Soleilhac vive e lavora ad Angouleme, in Francia. Tra i suoi lavori Le tour du monde en 80 jours con Loïc Dauvillier (Delcourt, 2010) e Guerre des Boutons (Delcourt, 2011).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook