Foreshadows, scritture cyberpunk che incontrano la musica

Un’antologia di racconti corredati dalle rispettive colonne sonore.

Quando la musica incontra la scrittura. Avviene negli Usa, dove è uscita l’antologia di racconti cyberpunk, Foreshadows – The Ghosts of Zero, curata da C.S. Friedman. Diciannove storie, ciascuna corredata da una musica, un esperimento di fusione di due forme artistiche diverse, ma che trovano molti punti d’incontro. Gli autori delle opere, veterani della scrittura fantastica e della fantascienza applicate a diversi ambiti sono diversi e di alto livello: da Ed Greenwood a Robert J. Randisi, mentre la parte musicale è affidata al collettivo The Very Us Artist.

Un nuovo progetto targato Usa che combina musica e scrittura

La fusione tra forme espressive e artistiche diverse è stato teorizzata da diversi padri del teatro novecentesco internazionale, e non solo. Il Novecento è stato un secolo che ha visto l’esplosione di sperimentazioni interessanti, con relativo intreccio delle arti. Tali esperimenti proseguono anche nel Duemila, e vede la concretizzazione di progetti editoriali come Foreshadows:  The Ghosts of Zero, una raccolta di diciannove short stories di ambientazione cyperbunk (o dark science fiction, come viene detto sul sito ufficiale) curata da Celia S. Friedman, autrice specializzata nei generi legati al fantastico, nota in Italia per la “Trilogia del Sole Nero” pubblicata da Editrice Nord tra il 1996 e il 1997. Peculiarità di Foreshadows, è che ogni autore ha scritto il racconto in collaborazione con un musicista, che ha composto ed eseguito un brano ispirato al racconto.

Quella curata dalla Friedman non è un’iniziativa editoriale nuova: già ai libri del ciclo de “La Battaglia per la Terra” di L. Ron Hubbard, era allegata la colonna sonora, scritta ed eseguita per l’occasione da alcuni musicisti jazz. Un’iniziativa come altre poche, analoghe, realizzate, che non ha avuto forti riscontri. Tuttavia, c’è stato chi ha voluto riprovarci, schierando per la nuova iniziativa, penne esperte nel fantastico e nella fantascienza, in varie forme, dalla letteratura ai videogame: si va da Ed Greenwood, il creatore di Forgotten Realms, a Robert J. Randisi, a molti altri, conosciuti soprattutto negli States, meno da noi. La composizione dei brani musicali è stato affidato al collettivo The Very US Artists, un ensemble di compositori, musicisti e visual artists che hanno curato diversi progetti trasversali nel campo del multimedia.

Ogni racconto si apre su nuovi mondi impossibili, in cui agiscono personaggi diversi e bizzarri, calati in atmosfere che l’accompagnamento musicale contribuisce a ricreare, colpendo l’emotività del lettore. Il progetto ripercorre i temi classici del cyberpunk e delle sue suggestioni visive, a partire dalla pellicola che ha dato il la a un genere, il Blade Runner che ha ispirato successivamente e in maniera incisiva diversi autori. Il risultato sono un libro e un cd in vendita solo tramite la rete. Ne esiste anche una versione e-book: gli acquirenti otterranno un codice con il quale scaricare gli mp3 dei brani.  Sul sito SFSignal.com sono disponibili le anteprime di tutti i brani, insieme a un articolo esplicativo dell’antologia (in inglese). Un altro sito di riferimento, è quello dell’antologia: www.foreshadows.net

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook