Starters – Lissa Price

Il primo capitolo di una trilogia distopica

Lissa Price crea, nel primo libro della sua serie, un’interessante distopia, che si sviluppa in un scenario post-guerra batteriologica che ha completamente cambiato il volto degli Stati Uniti: solo le fasce estreme della popolazione, anziani e giovani, sono sopravvissuti alle “spore” grazie al vaccino, che non è stato sviluppato abbastanza in fretta da garantire la vaccinazione a tutta la popolazione.

I successivi progressi in campo medico hanno permesso l’allungarsi della vita degli anziani, che detengono il potere e regnano incontrastati, sprofondati nel lusso. Il rovescio della medaglia vede i giovani ridotti praticamente in schiavitù e privati di qualsiasi forma di diritto. Rimane loro solo una scelta: fuggire e nascondersi, sopravvivendo giorno per giorno come giovani senza tetto e attaccandosi a pochi ricordi felici per tirare avanti. Callie, la protagonista, è una di questi giovani: cerca di badare al fratellino malato e di sopravvivere in un mondo in cui non conta nulla.

Sebbene la durata della vita sia notevolmente aumentata, la vecchiaia rimane tale e non sorprende immaginare che gli anziani sarebbero disposti a tutto pur di ritornare a provare le magnifiche sensazioni, emozioni ed esperienze che un corpo giovane può sostenere. Proprio qui si inserisce il tratto più inquietante della distopia creata dalla Price: alla fantomatica “banca dei corpi” hanno sviluppato una tecnologia che permette di impiantare la mente di un anziano nel corpo dei pochi giovani rimasti che, attratti dalla promessa di una sostanziosa ricompensa in denaro, accettano senza troppe remore. Se non che le inconsapevoli cavie potrebbero non ritornare mai più in possesso di ciò che appartiene loro più intimamente…

Sostenuto da uno stile fluido, anche se un po’ acerbo, Starters” è uno schermo che permette di vivere in prima persona la prospettiva della sfortunata Callie, a cui ci si affeziona ben presto. La trama si basa su un’idea iniziale ben congeniata – anche se non del tutto innovativa – e la sua struttura alterna fasi ben strutturate a forti ingenuità, facendo pendere alternativamente i due piatti della bilancia dall’estremo positivo a quello del “poco più che sufficiente”. Se le ingenuità dell’adolescente Callie, sola in un mondo ostile, sono più che giustificate, non lo sono le forzature che portano gli eventi verso il lieto fine, con alcune contraddizioni intrinseche che impartiscono una fastidiosa artificiosità agli eventi.

Nonostante tutto, “Starters” rimane nel complesso una lettura piacevole, che avrebbe di per sé trovato il suo giusto epilogo come “one shot”. Seguendo invece la tendenza del momento, la Price tratta questo suo libro come primo capitolo di una trilogia, nonostante nello stesso utilizzi la gran parte delle potenzialità della trama e protragga la storia con un’altra forzatura che, invece di incuriosire il lettore, mette in forte dubbio la godibilità dei prossimi due capitoli.

La Trama

Los Angeles, tra qualche anno. Callie ha visto morire i suoi genitori quando una terribile pandemia globale ha decimato la popolazione tra i venti e i sessant’anni. Si ritrova così a lottare per la sopravvivenza in un mondo devastato dalla guerra e dalla fame, in cui gli adolescenti combattono per un futuro che non esiste più e gli anziani sognano un passato che non tornerà mai. Con lei, in questa battaglia disperata, solo il fratellino malato Tyler e l’amico di sempre Michael. Determinata a non arrendersi, Callie si rivolge alla Prime Destinations, un’ambigua società di Beverly Hills, che promette facili guadagni ai ragazzi rimasti soli, come lei. Callie sa che dietro la facciata di assoluta rispettabilità della Prime Destinations si nasconde un terribile segreto: la società affitta il corpo degli adolescenti ad anziani desiderosi di rivivere emozioni ormai dimenticate. Ma Callie ha bisogno di soldi e accetta. Firma un accordo con la Prime Destinations e si lascia impiantare un neurochip nella testa. Qualcosa però va storto. Callie si risveglia prima del previsto, nel bel mezzo di una vita che non le appartiene. Quella della donna che ha affittato il suo corpo. All’improvviso, è ricca, immensamente ricca. E felice. Possiede una casa in riva al mare, guida un’auto costosissima ed è fidanzata con l’affascinante nipote del senatore. A Callie sembra di vivere in un sogno. Almeno fino al momento in cui scopre di essere intrappolata in un gioco più pericoloso di quanto avrebbe mai immaginato…

L’Autrice

Lissa Price ha studiato fotografia e scrittura creativa, ma ha scoperto presto che non esiste scuola migliore della vita. Per questo ha passeggiato con gli elefanti in Botswana, ha nuotato con i pinguini alle Galapagos e ha guardato il tramonto con i nomadi del Gujarat, in India. Solo quando si siede a scrivere, però, si rende conto che i viaggi più straordinari sono quelli nella sua testa. Vive nel Sud della California con il marito e qualche cervo di passaggio. Sito dell’autrice: www.lissaprice.com

Starters

Autore: Lissa Price
Serie: Starters & Enders
Collana: Pandora
Casa editrice: Sperling&Kupfer
Pagine: 336
Prezzo: € 16,90

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook