Il circo del diavolo – Daniel Wallace

Un uomo solo nell’America della Grande Depressione, abbandonato da tutti e dalle certezze che avevano fatto di lui il più grande illusionista degli Stati Uniti.

 E’ in uscita il 21 luglio per la Newton & Compton il nuovo romanzo di Daniel Wallace, Il circo del diavolo, al prezzo “estivo” di 6,90 euro. Un volume dedicato ai cultori di storie “oltre le righe”, che preferiscono perdersi nei meandri di una storia surreale e toccante.

Protagonista è Henry Walker, setting gli Stati Uniti della Grande Depressione.. Un tempo showman di successo, Henry è divenuto l’ombra di se stesso: ha perso la fama, non ha più di che vivere. Per continuare a lavorare accetta di entrare a far parte della compagnia di un circo itinerante in cui, al posto della donna baffuta e dell’uomo proiettile, ci sono una ragazza fossile e l’uomo più forte del mondo: egli stesso si trasforma in un freak, oggetto di scherno e pietà in un’America afflitta e stanca.

Henry sa che non ha più scelta: ha tradito il patto che lo legava al suo maestro e mentore, il sulfureo Mister Sebastian e adesso il destino prevede per lui un’ultima illusione: trasformarsi in “The negro magician”, grazie al trucco e agli intrugli che il padrone del circo gli somministra. Ma si sa, nella vita come nella magia, nulla è come appare e forse per Henry c’è la possibilità di riscattare la propria esistenza e l’anima…

Scritto con mano sapiente, la nuova opera di Daniel Wallace mescola surrealismo e gotico. Scrittore tra i più amati da Tim Burton (che ha tratto dalle sue opere il delicato Big Fish), Wallace regala una storia in cui la cruda angoscia dell’America vittima della Grande Depressione si mescola al mistero di una realtà che non è mai oggettiva, mai unica. Un romanzo dalla scrittura evocativa, una storia di un uomo, del suo passato e di un presente ambiguo.

Trama:

C’era una volta Henry Walker, il più grande illusionista del mondo. Un uomo capace di far svanire le montagne con un cenno degli occhi e di trasportare le persone nel tempo e nello spazio grazie alla forza magnetica delle sue mani. Retaggio di un passato oscuro, i poteri magici del mago svaniscono come neve al sole quando Walker tradisce i termini di un patto scellerato. Ecco, allora, che Henry è costretto ad abbandonare le grandi platee internazionali per esibirsi nel precario “Jeremiah Mosgrove’s Chinese Circus”, una fiera di casi umani in pellegrinaggio lungo le strade polverose delle campagne americane, sconvolte dalla depressione e avide di divertimento a buon mercato. Chiuso nella parabola discendente di una carriera artistica eccezionale, Henry Walker riesce a lavorare soltanto accettando la proposta del suo impresario: assumere pastiglie di melanina fino a diventare completamente nero. Trasformato in un fenomeno da baraccone, viene ribattezzato “The Negro Magician”, l’ennesimo freak in uno spettacolo che comprende già le esibizioni di Jenny, la ragazza-fossile, Rudy, l’uomo più forte del mondo, e JJ, l’imbonitore. Un’umanità randagia che, in una girandola di racconti e visioni, squarcerà il velo di silenzio dietro cui si nasconde il passato di Henry Walker e lo strano rapporto che lo legò al suo antico maestro, il famigerato Mister Sebastian: non un mago qualunque ma, probabilmente, il diavolo in persona…

L’AUTORE

Daniel Wallace romanziere visionario e immaginifico, insegna all’università della North Carolina, vive a Chapel Hill e scrive per le più importanti riviste statunitensi di letteratura. Autore tradotto in tutto il mondo, ha pubblicato i romanzi Ray in Reverse,Il re melone e Big Fish, diventato un film di culto grazie alla regia di Tim Burton. Il rapporto tra Wallace e il cinema prosegue con Il circo del diavolo, già opzionato dallo stesso Tim Burton e destinato a diventare un film.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook