La Miaomorfosi – Cook Coleridge

Una rivisitazione in chiave fantasy e felina di uno dei maggiori classici del ‘900. Da aprile in libreria per Tre60 La miaomorfosi di Cook Coleridge

Chi non ricorda l’angoscia claustrofobica e la disperata impotenza provate quando, chini sui banchi di seconda o terza superiore, si lesse per la prima volta l’inquietante risveglio di Gregor Samsa?

Il protagonista di uno dei maggiori capolavori del ‘900, La Metamorfosi del boemo Franz Kafka, in un mattino qualunque si scoprì inaspettatamente tramutato in un orribile e ributtante scarafaggio di dimensioni umane, del quale non solo il suo datore di lavoro, ma perfino la sua stessa famiglia, ebbero orrore. Allontanato dalla vita sociale e famigliare, abbandonato a se stesso e silenziosamente incolpato di gravare ulteriormente sulle già scarse finanze dei genitori, Gregor si lasciò lentamente morire; il suo cadavere venne gettato impietosamente nella spazzatura e la sua esistenza dimenticata con sollievo. Ma cosa sarebbe accaduto se invece di risvegliarsi nelle goffe e disgustose sembianze di uno scarafaggio, Gregor si fosse ritrovato coperto si un morbido e invitante pelo e dotato di una sinuosa coda, di due occhi arguti e di frementi vibrisse?

È questa la nuova e originale situazione che l’autore Cook Coleridge (pseudonimo dietro cui si cela un pluripremiato scrittore fantasy) immagina per la sua rivisitazione nel romanzo Il Meowmorphosis, ultima proposta della Quirk Classic, la collana della Quirk Books dedicata ai mush-up (la medesima di Orgoglio, Pregiudizio e Zombie). In questa rivisitazione fantasy non mancano i temi che hanno fatto de La metamorfosi un capolavoro immortale – l’alienazione, la spersonalizzazione, i difficili rapporti tra genitori e figli -, ma la narrazione acquisisce una sfumatura divertente e surreale, e certamente più leggera, che stranamente ben si integra con i brani più fedeli al testo originale.

Trama:

Ogni mattina, Gregor Samsa si alza alle quattro in punto, si veste in tutta fretta nel buio della sua stanzetta, consuma una colazione frugale e si precipita in stazione per prendere il treno delle cinque. Che ci sia il sole o la nebbia, che piova o nevichi, infatti, l’umile commesso viaggiatore non può permettersi un minuto di ritardo né di perdere un cliente, pena il licenziamento. Un giorno, però, la solita routine viene spezzata da un evento a dir poco curioso. Sono quasi le sette e Gregor si rotola ancora pigramente tra le coperte, più calde e confortevoli che mai. Poi, emergendo dal torpore di un sonno funestato da strani incubi, si rende conto di essere «cambiato»: ha quattro zampe bianche e pelose, artigli ingovernabili, una coda lunga e ribelle, guance coperte di pelo e vibrisse frementi… Insomma, è diventato un tenero micetto. Cos’è successo? Come spiegare quella trasformazione alla famiglia e al suo datore di lavoro? Come fare anche solo ad uscire dalla camera da letto? Considerato un «romanzo imperdibile» dal Publishers Weekly e un «gioco letterario intelligente e godibilissimo» dall’autorevole Huffington Post, La miaomorfosi è una sorprendente rivisitazione in chiave felina di un classico della letteratura del Novecento, per indagare da una nuova prospettiva i meandri dell’animo umano.

GLI AUTORI

Franz Kafka (1883-1924) è un autore cruciale del XX secolo e La metamorfosi è considerato un capolavoro assoluto della letteratura mondiale. Coleridge Cook è lo pseudonimo dietro cui si cela uno scrittore vincitore di numerosi premi letterari.

La Miaomorfosi

Autore: Cook Coleridge
Editore: Tre60
Pagine: 192
Prezzo: 9,90

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook