Stop per gli adattamenti di Mortal Instruments e di The Boys

Brusca fumata nera per i due progetti che non riusciranno a raggiungere i cinema.

Non tutti i progetti cinematografici arrivano al grande schermo. Una regola tanto banale quanto implacabile. L’inesorabile luce rossa è toccata agli adattamenti della serie fantasy Mortal Instruments e del fumetto The Boys.

Per quanto riguarda i romanzi di Cassandra Clare, la prima loro trasposizione cinematografica sembrava a buon punto. Al progetto erano associati i nomi del regista Scott Stewart (Legion, Priest), dell’attrice Lily Collins (Priest, Abduction, Mirror Mirror) e dell’attore Jamie Campbell Bower (Sweeney Todd, Twilight Saga: New Moon, Anonymous), ma nonostante questo la Screen Gems ha deciso di bloccare i lavori. I diritti della serie Mortal Instruments appartengono alla Constantin Films, che probabilmente cercherà di proporre il progetto ad altri, ma la sua realizzazione appare poco probabile.

Saputa la notizia la Clare ha voluto rassicurare i fans specificando che la Screen Gems e Scott Stewart sono usciti dal progetto, ma il film non è stato ancora cancellato. “Nessun film si farà finché non c’è il semaforo verde. Il film era in fase di sviluppo e lo è ancora. Ecco tuto, Hollywood è un grande flipper. I progetti saltano da una parte all’altra, è così che funziona. E questo era uno di quelli.”

Sorte simile è capitata anche all’adattamento cinematografico del fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson, The Boys, affidata al regista Adam McKay (Ricky Bobby, Fratellastri a 40 anni, I poliziotti di riserva). Circa un hanno fa lo stesso McKay aveva iniziato a mostrare dei dubbi dichiarando che gli appariva complicato realizzare un film supereroistico di antieroi vietato ai minori. I dubbi si sono trasformati in realtà quando la Columbia Pictures ha deciso di mettere il progetto in turnaround (in pratica o lo propongono ad altri o lo fermano definitivamente).

Vi terremo aggiornati.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook