Aggiornamento sui sequel di Avatar

Alcune interessanti dichiarazioni di James Cameron fanno luce sui prossimi capitoli della saga ambientanta sul pianeta Pandora.

Rispetto a quanto vi abbiamo detto in QUESTO articolo, non ci sono molte novità riguardo ai sequel di Avatar, ma alcune dichiarazioni, rilasciate in varie occasioni dal regista James Cameron, forniscono alcuni spunti interessanti.

Come vi avevamo detto, il secondo e il terzo film ambientati su Pandora saranno girati insieme e distribuiti a partire da dicembre 2014, l’uno a distanza di un anno dall’altro. Nonostante l’ambientazione sia la stessa, Cameron ha dichiarato che attraverso le nuove pellicole ci mostrerà della parti di Pandora fin’ora inesplorate. “Vedremo gli oceani di Pandora, che non abbiamo mai visto prima: c’è un intero ecosistema che non vedo l’ora di iniziare a progettare, perché sarà spettacolare. […] Il film amplierà il raggio d’azione, non sarà dedicato solamente alla natura o alla foresta pluviale. Si concentrerà maggiormente su problemi legati all’oceano: abbiamo un pianeta blu. Da lontano, la Terra appare molto più blu di quello che è (è anche verde e marrone). Stiamo rendendo gli oceani invivibili per moltissime specie, proprio mentre vi sto parlando. Questo per un mucchio di ragioni. Fare questo film sarà un modo per canalizzare un po’ di energia in quella direzione. […] Ma ci saranno anche altri pianeti, oltre a Pandora. Sarà una cornucopia, una vera sfida per gli occhi. […]Voglio che la gente abbia la stessa sensazione di eccitazione riguardo a questo universo. Proprio come per il primo film, voglio creare la stessa sensazione di scoperta di un nuovo mondo, vedere cose che non erano mai state immaginate prima. Tutto quello che vi ha emozionato del primo film ci sarà anche qui. I temi saranno simili, e verranno proposti in una maniera che penso che gli spettatori accetteranno facilmente. Comunque non diventerà qualcosa di eccessivo. Non piazzeremo il doppio di tematiche ambientali rispetto al primo, sarebbe un errore. Deve trattarsi di un film di intrattenimento prima di tutto.”

Nonostante la morte del suo personaggio, nel cast è confermata anche Sigourney Weaver. La notizia ha suscitato molta curiosità, soprattutto verso l’escamotage che verrà usato per rifar comparire un personaggio deceduto. Questa la risposta di Cameron: “Avete mai sentito parlare della narrazione non lineare? Un mucchio di cose sono successe su quel pianeta prima che lei vi arrivasse, lo stesso dicasi per il periodo che precede l’arrivo di Jake. E’ stata lì per quindici anni prima di lui. Non so, ma eviterei di giungere a conclusioni affrettate. E ho già parlato fin troppo di Avatar 2 e Avatar 3 qua e là, solo che la gente mette insieme questi pezzi e crede di conoscere l’intera storia. […] Ok, mettiamola così. Quando si parla di una serie fantascientifica, di un franchise fantascientifico, non si è mai veramente morti, a meno che il proprio DNA non venga sterminato dall’Universo. E a quel punto c’è sempre il viaggio nel tempo!”

È la stessa Weaver, infine, in un intervista rilasciata a BadTaste durante il festival del cinema di Marrakech, a fornire ulteriori dettagli. “Ho letto le prime versioni della sceneggiatura, ma non posso dire nulla, sennò James Cameron viene qui e mi uccide. Posso dire che ci sarò in entrambi, che li gireremo uno dietro l’altro e che esploreremo mondi che nel primo episodio non venivano toccati.” A una domanda più diretta sull’ambientazione sottomarina a poi aggiunto: “Non confermo, né smentisco. Certo è che Cameron comincerà le riprese nei nuovi Avatar solo dopo essere andato sott’acqua con un sottomarino speciale che costruirà appositamente. Penso che voglia andare fino alla fossa delle Marianne. Avere rimesso mano a Titanic per la versione in 3d gli ha dato molti spunti narrativi anche per Avatar.”

Vi terremo aggiornati

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook