David Fincher parla di Guerre Stellari

Le nuove dichiarazioni del regista statunitense sulla famosa saga di George Lucas.

Mentre si avvicina l’uscita cinematografica de La minaccia fantasma 3D (prevista nelle sale americane per il 10 febbraio) il regista David Fincher (Seven, Fight Club, Il curioso caso di Benjamin Button, The Social Network) ha rilasciato un intervista in cui parla del suo episodio preferito della saga di Lucas e dice la sua opinione sul 3D

Riguardo a Guerre stellari Fincher ha dichiarato: “Apprezzo Star Wars, lo ritengo un ottimo lavoro, ma è un film da A+. Penso che L’Impero Colpisce Ancora sia una pellicola A++ perché è uno di quei film che hanno segnato l’estate della mia maturità delle superiori. Quando vidi che George Lucas avrebbe fatto gli AT-AT in stop motion sopra il bicarbonato di sodio, e avrebbe affidato uno dei personaggi principali a Frank Oz che lo avrebbe impersonato nei panni di una marionetta, ho pensato “Questo tizio ha le palle!”. Era quasi surreale assumersi un rischio così grande per raccontare la storia che aveva in mente. Ed il fatto che sia riuscito così bene, così ben fatto, è il massimo per me. Era l0insieme improvvisato di tutte queste discipline magiche che dava forma a un qualcosa ben più grande della semplice somma di tutte le sue parti. E’ spettacolare. Il cast è spettacolare, tutto funziona bene, è folle, è divertente. Folle intrattenimento cinematografico al suo meglio.”

Come detto, la saga di Star Wars verrà riproposta al cinema nel nuovo formato 3D, ma non tutti hanno apprezzato quest’idea. Tra i detrattori più autorevoli c’è proprio Fincher che, durante l’intervista, ha aggiunto: “Non mi piace l’andare a ritoccare i miei vecchi film. Per l’uscita in Blu-Ray di Fight Club avevo un paio di riprese che, in alta definizione, apparivano troppo sporche. Risaltavano in maniera eccessiva. Abbiamo fatto un po’ di riduzione del rumore, un po’ di pulizia dei matte painting, ma non abbiamo modificato le riprese. Son rimaste quello che erano. Per l’uscita in Blu-Ray di The Game ci sarebbero un sacco di cose che vorrei sistemare, ma ritengo che un film sia anche un espressione del tempo e del contesto in cui è stato fatto. E’ il punto della carriera in cui ti trovavi, è dove si trovavano gli attori, è San Francisco nell’autunno in cui la pellicola è stata fatta. Non credo in questi cambiamenti.”

Nonostante le opinioni di Fincher (e di molti altri che la pensano alla stessa maniera) la macchina commerciale di Geroge Lucas procede a vele spiegate. Dalla Russia arriva quindi un poster promozionale con il maestro Yoda come protagonista (che vi mostriamo qua a fianco), mentre QUI potete trovare il trailer ufficiale della nuova versione de La minaccia fantasma.

Vi terremo aggiornati.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook