Wild Cards (George R.R. Martin)

Game of Thrones lo ha consacrato nell’olimpo della produzione seriale, Wild Cards gli ha spalancato le porte di Hollywood.

Grazie alle sue Cronache che hanno ispirato il successo televisivo di Game Of Thrones, Geroge R.R. Martin ha conquistato grande notorietà nel mondo della pellicola e questa volta viene avvicinato dall’Hollywood System per contribuire a portare sul grande schermo una delle opere di cui è co-autore e co-ideatore: l’antologia Wild Cards.

A comprarne i diritti la Syfy Film che ha voluto Martin insieme a Melinda Snodgrass, la quale è stata anche ingaggiata per scrivere la sceneggiatura del film, come produttori esecutivi. Pubblicata per la prima volta nel 1987, la serie ha visto alternarsi alla sua corte diversi  scrittori del panorama fantascientifico. Ad oggi si contano ben 22 volumi la cui particolarità è quella di raccontare la storia di supereroi in maniera realistica. Un virus alieno viene rilasciato sulla città di New York i sopravvissuti sono stati trasformati in due classi di esseri: i Jockers, creature per lo più deformi e gli Aces creature che hanno poteri speciali.

Le informazioni che trapelano sulla pellicola sono veramente poche, quello che sappiamo, grazie a Martin, è che il tutto avrà un’ambientazione contemporanea e che sicuramente avremo il piacere di fare la conoscenza di The Sleaper uno dei primi personaggi a divenire un Ace, inoltre sembra che uno dei punti di forza sarà la continuità delle storie: i personaggi di Wild Cards si sono evoluti per 25 anni e quello a cui si mira per la pellicola è il creare una storia che si svolga parallelamente alla nostra:

“Le nostre storie sono in tempo reale. E ‘un mondo che sta cambiando in parallelo al nostro. ” George R.R. Martin

Syfy Films, che, come la Universal, è di proprietà di NBC Universal, è stata incaricata di realizzare la pellicola con un budget modesto. Realizzare un film con le aspirazione di Wild Cards con un basso budget può sembrare una sconfitta già in partenza ma Noveck, produttore della Syfy Film, dice che un modesto budget non significa necessariamente una limitazione, basti pensare a film come District 9Source Code e Children of Men come per avere esempi di film con grandi storie, raccontate attraverso una lente stretta.

La motivazione sembra non mancare, la maestria di Martin non può essere messa in dubbio, perciò speriamo proprio che Wild Cards possa essere un film degno di nota e ci uniamo alla speranza dell’autore quando dice:

“Speriamo che questo sia il primo di una lunga serie di film”

Sempre che questo “primo” sia di nostro gradimento.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook