The Tomorrow Series – Il domani che verrà

E se un giorno scoprissi che il tuo paese è stato invaso da un nemico sconosciuto e che la guerra adesso sta distruggendo la tua vita, come ti comporteresti?

Australia: Ellie Linton e i suoi amici hanno deciso di andare in campeggio ignari che questa scelta farà di loro degli eroi. L’Inferno è la loro meta: un posto incontaminato dalla mano dell’uomo, sulle Alpi australiane.

In città si sta svolgendo l’annuale fiera locale e tutti i cittadini di Wirrawee sono li, mentre Ellie, Homer, Corrie, Kevin, Lee, Fi e Robyn stanno imparando a conoscersi e vivono la loro avventura selvaggia, che in qualche modo ha segnato per Ellie un passo importante, un dono di massima fiducia da parte del padre che le ha affidato l’auto. Rientrati dall’Inferno si accorgeranno che le cose sono cambiate: le case sono vuote e i loro cari scomparsi. Uno sconosciuto nemico ha invaso il loro paese e fatto prigionieri i loro cari: insieme decideranno che nascondersi non è l’idea miglior, lotteranno per riprendersi le loro famiglie e la loro vita, diventando la forza armata ribelle di Wirrawee.

Il domani che verrà, ispirato al primo capitolo di una saga composta da sette volumi e diretto dall’esordiente Stuart Beattie, è il manifesto di una adolescenza violata come ve ne sono, tristemente, tante nel mondo, anche se dipinta con una strana esasperazione che a volte tende a renderlo poco credibile. Tuttavia analizzandolo non si può che soffermarsi a chiedere: Cosa avrei fatto io al posto loro? 

Una trama interessante che tiene lo spettatore attento per tutto il tempo, anche se lo spettatore in questione ha già letto il libro. I paragoni vengono spontanei così come la volontà di lamentarsi per gli eccessivi adattamenti cinematografici, tuttavia alla fine non si può che rimanere contenti di averlo visto. Ci spiace che siano stati trascurati punti particolarmente gustosi del libro (The Tomorrow Series) e sminuite alcune descrizioni che Masden aveva realizzato con cura e dedizione di particolari, ma ormai abbiamo imparato ad accettare che al cinema non possono essere portati le storie ‘nature‘.

Una nota di merito va anche al giovane e esordiente cast (a meno di Rachel Hurd-Wood (Corrie) e Phoebe Tokin (Fi) già note al pubblico, la prima nel mondo nel cinema e la seconda nella tv seriale) con una nota particolare per Caitlin Stasey (Ellie) e Deniz Akdeniz (Homer) che ricorda un pò il tosto per eccellenza “Vin Diesel“.

Il Domani che verrà porta all’attenzione del pubblico uno scenario reale: adolescenti veri, che posso rappresentare ciascuno di noi, adolescenti che non hanno canini aguzzi e superpoteri, sono ragazzi che possono morire eppure non ci pensano due volte a sacrificarsi e non per il loro paese, come eravamo stati abituati da colossal americani, ma per i loro cari, per la loro libertà, per la vita. Amore, dolore e paura saranno i sentimentiche questi sette ragazzi proveranno in ogni momento della loro terribile esperienza. Seppur non un capolavoro della filmografia moderna, questo film affonda le radici in un’opera letteraria che ha tanto da dire ai giovani di oggi.

Il domani che verrà 

Regia: Stuart Beattie
Interpreti: Caitlin Stasey, Rachel Hurd-Wood, Lincoln Lewis, Deniz Akdeniz, Phoebe Tonkin Chris Pang, Ashleigh Cummings, Andrew Ryan, Colin Friels, Andrew Liam Pringle, Julia Yon, Andy Minh Trieu, Matthew Dale, Masa Yamaguchi
Provenienza:Australia
Genere: Azione, Drammatico, Avventura
Data Distribuzione: 04 novembre 2011

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook