Il Mistero dei libri Perduti – Miriam Mastrovito

Un misterioso e sotterraneo mondo ai confini del sapere. Il coraggio di ritrovare i propri ideali e di lottare per essi. Tea, giovane scrittrice ed eroina di Il mistero dei libri perduti, è pronta ad insegnarci a non smettere mai di credere nei nostri sogni.

In uscita per la casa editrice Zero91, fonte di titoli sempre più allettanti negli ultimi mesi, possiamo finalmente citare Il Mistero dei Libri Perduti, un nuovo fantasy ambientato in una terra incantata e popolata da troll dediti alla caccia dei libri.

Tea Reali è una giovane scrittrice decisa a non demordere di fronte gli ostacoli di una società oppressa dagli schemi. Sogna di pubblicare il suo romanzo, e la sua determinazione nel non voler  scendere  a compromessi con  editori spregiudicati e attenti solo a chiedere l’inevitabile obolo anche agli autori più promettenti, la rende diversa dalla maggior parte di coloro che, trovandosi al suo posto, avrebbero ceduto più facilmente. Ma Tea cerca quel sapore di vittoria autentica che sta oramai andando a perdersi, e appare già da questi aspetti dotata di un coraggio utile ad un’eroina che non sa ancora a cosa dovrà andare incontro, e a quale prezzo inseguirà il suo sogno.

Sarà il giorno in cui Tea otterrà un colloquio presso la sede centrale della Wizard Edizioni, che la sua magica e incredibile avventura avrà inizio. Si ritroverà a percorrere i corridoi del vecchio edificio della Wizard, una vera e propria casa degli orrori a quanto pare: le statue di pietra poste lungo gli anditi scrutano con occhi terrificanti gli sfortunati passanti, e lo stesso editore ha un aspetto sinistro e modi poco rassicuranti.  Non appena Tea è sul punto di scappare però, una figura indistinguibile sbuca dal nulla e le sottrae il manoscritto.

La ragazza fa di tutto per inseguire e raggiungere il ladro nei sotterranei della Wizard, ma perde conoscenza. Si risveglierà così a Büchenland, un regno parallelo in cui vive una comunità di Troll. Un popolo dove nessuno sa leggere o scrivere e, fatto ancora più inverosimile, i libri rubati dal coraggioso Adelindo, sono stati scambiati per mattoni.

La presenza di un’umana (Tea, appunto) nella terra di Büchenland rischia adesso di far chiudere definitivamente il varco che collega i due mondi, e soltanto liberare la regina Wakandha dal terribile Morten potrebbe rompere tutti gli strani incantesimi che rendono tanto misterioso il regno in cui Tea si ritroverà a vivere le sue indimenticabili avventure…

Un romanzo in cui l’importanza e la magia custodita in ogni libro vengono esaltate dalla destrezza narrativa della Mastrovito attraverso una storia avvincente e ricca di quei significati da dover afferrare tra le righe. Un manifesto che richiama chiunque abbia ancora voglia d’inseguire i propri sogni e di credere che questi possono diventare realtà solo se inseguiti da un cuore giusto.

Nel meraviglioso universo di Büchenland, Miriam Mastrovito riconsegna ai libri un’aura magica e necessaria. Tea e Adelindo ci allontanano eroicamente dalla monotonia, avvicinandoci ai nostri sogni dimenticati in un cassetto.

L’AUTRICE:

Miriam Mastrovito (Gioia del Colle, 1973). Laureata in filosofia. È titolare di un negozio interamente dedicato al fantasy. Da sempre coltiva una forte passione per la scrittura e i mondi fantastici. Ha vinto svariati premi letterari ed è autrice di tre romanzi tra cui “Il mendicante di sogni” (La penna blu edizioni). Ha collaborato  e tuttora collabora con diversi siti letterari e web magazine. Attualmente gestisce il blog letterario StepiTesti.

Il mistero dei libri perduti

Autrice: Miriam Mastrovito
Editore: Zero91
Pagine 272
Euro 17,00

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook