Dolcemente Tenebroso: Il risveglio di Lucilla – Serena Pieruccini

Un nuovo urban fantasy gotico tutto italiano per Felici Editore.

Presentato al Lucca Comics and Games, alle soglie della festa di Halloween, Dolcemente Tenebroso - Il risveglio di Lucilla punta agli amanti dell’urban fantasy gotico, con atmosfere Burtoniane, senza però rinunciare ad un pizzico di ironia.  

Opera prima dall’artista lucchese Serena Pieruccini, questo libro gioca abilmente con il mistero, alternando luci ed ombre, in una storia che occhieggia ai due capolavori di animazione e ormai film di culto Nightmare bifore Christmas e La sposa Cadavere. Una protagonista morta, ma in realtà non così tanto, un gatto un po’ stregatto di nome Biglia, un commissario dal cognome di un attore che fu tra i più bei interpreti di Dracula di tutti i tempi, un serial killer e uno psicopatico ammazzagatti, sono solo alcuni degli ingredienti di una storia che conquista sin dalla trama proposta nella quarta di copertina.

Tutto comincia in una notte di Giugno, quando Lucilla apre gli occhi, nella sua bara, svegliata dai miagolii di un gatto. Immaginatevi il suo sconforto nel trovarsi in piena notte in un cimitero, nel rendersi conto di essere morta, senza però ricordare come sia accaduto. Ma fra le ombre ecco che arriva Biglia, pronto ad aiutarla, a farle da cicerone e da amico nelle incredibili notti che si susseguiranno. Lucilla scopre subito di avere un legame con i gatti morti che trova sbrindellati fuori dal cimitero e che cuce rimettendoli assieme. Chi è che fa a pezzi quei poveri animali e li va a sotterrare tra i cipressi? E per quale motivo? Perché Lucilla non riesce a ricordare com’è morta? Come mai ha tutte quelle cuciture sul corpo? Una notte dopo l’altra, fra la comparsa dei più svariati e strambi personaggi, Lucilla verrà a capo di un grande mistero. Intanto, di giorno, il commissario Angelo Lugosi indaga sulle atrocità commesse da un serial killer. Si tratta di un caso davvero difficile, ma ci saranno il suo fedele Gongo, un meticcio fin troppo sveglio, i due ispettori e la bella Ligeia a confortarlo e ad aiutarlo senza fargli perdere il senno. I sospettati si svelano a poco a poco, raccontandoci un po’ di loro, facendoci confondere forse, come in ogni giallo che si rispetti.

Chi sarà l’assassino?
Com’è morta Lucilla?
Quale mistero aleggia nel cimitero?
Chi uccide i gatti?
Perché Lucilla ne è così legata?
Chi scrive le filastrocche?
E chi è Biglia?

Non vi resta che scoprirlo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook