Fright Night

Se Las Vegas vi sembra troppo lontana da casa vostra e i quartieri costruiti nel deserto delle vere opere di fantasia, allora siete al sicuro, perché proprio da quelle parti il vampiro Jerry ha deciso di prendere casa e Jerry non è certo il tipo che ti chiede di andare al ballo della scuola, ma più di essere parte del Buffet.

Charley Brewster ha tutto quello che un adolescente con un passato da nerd può desiderare: una bella ragazza bionda, una moto anche se dispettosa, l’invidia dei compagni di scuola e gli sguardi amari dei suoi ex amici nerd. Quando Jerry diventa il suo vicino di casa tutto cambia. Charley non crede al suo ex (e tanto nerd) amico Ed, che gli fa notare che le numerose sparizioni di ragazzi della scuola sono iniziate proprio con l’arrivo del vicino. Quando Charley scopre la verità, inizia a tenere d’occhio Jerry, ma il pericolo sembra rispondere con le sue stesse attenzioni, puntando agli affetti del ragazzo: la madre e la sua ragazza. Inizia cosi la folle missione per eliminare il vicino con l’aiuto del sedicente mago Peter Vincent, un apatico quanto ambiguo ciarlatano della TV. L’eroica impresa compiuta da questa improbabile coppia, aveva già inchiodato alle sedie il pubblico del 1985, grazie a Tom Holland la cui pellicola, dal titolo L’Ammazzavampiri, diventò un cult del genere. Il remake del 2011 ad opera di Craig Gillespie (Lars è una ragazza tutta sua) è un horror movie anni ’80 proiettato ai nostri giorni, tuttavia per quanto l’impegno del regista sia stato notevole nel cercare di mantenersi fedele al genitore, gli appassionati rimpiangeranno le origini. 

Una pellicola che non spaventa, tranne nei primi quindici minuti, nei quali non è tanto la paura quanto l’effetto sorpresa a far da padrone, in mancanza lo spettatore si trova a sorridere per l’ironia che di tanto in tanto attraversa i dialoghi. Colori non brillanti, dialoghi fluidi, un buon cast, fanno del film un prodotto da vedere, ma se cercate brividi non è questo il film adatto. Colin Farell, nei panni di Jerry, risulta un po’ legnoso, bizzarra definizione per qualcuno che con il legno muore. Il fascino che questo attore possiede naturalmente svanisce, rendendo il suo Vampiro un perfetto Nosferatu e non un Lestat come molti avrebbero preferito. Due vampiri di tutto rispetto, perché è questo che Jerry è: un vampiro che si nutre di umani, semina panico e terrore, non brilla, non balla e non ti suona le ‘serenate’. Twilight, infatti, viene spesso preso di mira, in particolare quando il bravissimo Anton Yelchin (Chekov nello Star Trek di Abrams e Kyle Reese in Terminator- Salvation) nei panni di Charley risponde così alle parole del suo amico Ed, Christopher Mintz-Plasse, sull’esistenza dei vampiri:

“Hai letto troppi Twilight!”

Ed è proprio questo allontarsi dal nuovo prototipo del vampiro gentil’uomo che più piace del film, un vampiro vecchio stile, che brucia al sole e per il quale le croci e l’aglio hanno ancora un significato. Perciò se abbandoniamo l’idea dell’ Horror-Movie e guardiamo a Fright Night come un Horror-Commedy non possiamo che continuare ad aggiungere note positive al suo carnet, come la presenza di un meraviglioso e scatenato David Tennant (Doctor Who) nei panni dell’assurdo Peter Vincent, che da al film un qualcosa in più, un misterioso brio.

Il film scorre velocemente e, se alcune volte si teme che la strada stia per immettersi sulla statale dello splatter, niente paura: Gillespie riesce con maestria a costeggiarla senza mai incrociarla. Le scene di azione non sono particolarmente brillanti, ma lo scontro tra la madre di Charley, la bravissima Toni Collette, e Jerry convince, anche se per un attimo tutti si potrebbero chiedere cosa ci faccia Regan McNeil sulla statale per Las Vegas.

Il film tessuto sulle basi dei movie degli anni ’80 perde credibilità se visto in 3D, gli effetti rendono eccessivamente posticci alcuni dei particolari più rilevanti, come i vampiri che esplodono al sole, effetto che cammina sul filo del rasoio anche nelle versioni regular, ma di sicuro con un risultato migliore. Se non è la paura quello che cercate, ma vi mancano i vampiri vecchio stampo allora Fright Night è quello che fa per voi.

Fright Night

Regia: Craig Gillespie
Interpreti: Anton Yelchin, Colin Farrell, David Tennant, Imogen Poots, Toni Collette.
Provenienza: USA
Durata: 106 min.
Distribuzione: Touchstone Pictures

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.
  • RSS
  • Facebook